Articoli Campionato Primaverile 2019

SQUADRA | 2 – 4 | MANCHESTER CINY

ALLE CINIZENS IL DERBY DI ANDATA, NULLA DA FARE PER SQUADRA

Alla quarta giornata si incontrano Squadra e Manchester Ciny, derby del torneo primaverile Ladysoccer. Il clima prepartita è disteso, con le due squadre che scherzano e ridono: sotto sotto, però, nessuna delle due compagini vuole lasciare i 3 punti all'avversaria. Per questo motivo, dopo il fischio iniziale, le ragazze di entrambe le squadre iniziano a giocare e non guardano più in faccia nessuna. La posta in palio è alta: Manchester Ciny comanda la classifica con 9 punti, Squadra insegue con 4 punti e una vittoria in questa partita le porterebbe a due distanze dalla vetta.
Ad inizio partita le due squadre cominciano studiandosi, concedendo qualche occasione di troppo, ben disinnescate dai portieri Camilla Niconti e Arianna Parrinello, rispettivamente di Squadra e Manchester Ciny. Dopo qualche minuto, la squadra in maglia verde sembra riuscire ad avere la meglio, più brava nell'impostare il gioco e creare azioni offensive più pericolose. Il gioco del calcio, però, è strano e, per fortuna degli spettatori, imprevedibile: ecco allora che al 12’ minuto passa in vantaggio Squadra, grazie alla rete della loro numero 9 Barbara Rocchelli. Manchester Ciny deve correre ai ripari e inserisce in campo Silvia Salzillo, capocannoniere del campionato, e Clarissa Battistini. Passano appena 3 minuti dalla rete del vantaggio di Squadra e le Cinizens trovano il pareggio, ed è proprio grazie alla rete di Battistini. Le due squadre vanno a riposo in pareggio.
Al rientro dagli spogliatoi, il Manchester Ciny sembra avere qualcosa in più e comincia subito ad attaccare la difesa di Squadra, che pare subire troppo le avanzate delle avversarie. Passano 5 minuti e la difesa di Squadra effettua un retropassaggio al proprio portiere, che pensando fosse un passaggio involontario raccoglie il pallone con le mani, concedendo al Manchester una punizione dal limite dell’area: sul pallone va Battistini, rincorsa e missile che si insacca in rete. Doppietta della numero 23 e sorpasso effettuato. Il vantaggio, però, non dura molto perché dopo 2 minuti Squadra sfrutta una disattenzione difensiva e riparte in contropiede con la sua numero 10 Valentina Fardello, che indisturbata arriva davanti al portiere avversario, dimentica le amicizie e scaglia un vero e proprio bolide in rete: esultanza in faccia alle amiche avversarie e 2 a 2. Potrebbe essere un colpo decisivo, ma Manchester Ciny non è in testa alla classifica per caso e lo dimostra 4 minuti dopo, sfruttando un bel contropiede di Ambra Elisa Viganò che segna il nuovo vantaggio per sua squadra. Questo è il vero colpo determinante del match perché Squadra non riesce più a dimostrarsi pericolosa e a 6 minuti dal termine della partita subisce il gol che chiude definitivamente il Derby Ladysoccer. Manchester Ciny conferma il primo posto in attesa dell’ultima sfida della quarta giornata tra Non Filtrate e Prosecco, entrambe a 6 punti. Nulla da fare per Squadra che si ritrova a 8 punti dalla testa della classifica.

WENDYSOCCER | 5 - 5 | ALL STARS LECCOMILANO

GRAZIE A TUTTE PER LO SPETTACOLO!

Dieci gol, ripartenze veloci per entrambe le squadra, miracoli dei portieri, giocate fantastiche: ma che partita è stata? Andiamo con ordine senza farci prendere dall’entusiasmo e passiamo a parlare della partita. All Stars Leccomilano si presenta al match di martedì a punteggio pieno con 2 vittorie, entrambe avvenute per 4-2; mentre WendySoccer, dopo aver riposato la prima giornata, ha perso la seconda di misura per 3-2. Ambedue le squadre avevano le giuste motivazioni per provare a portare a casa i 3 punti: una per proseguire indisturbata, l’altra per non perdere la testa della classifica. Comincia il match e già dai primi minuti si vede come le due squadre non abbiano timore a giocare la palla e cercano in tutti i modi di vincere. Leccomilano, però, riesce subito ad imporre il proprio gioco, grazie anche a Silvia Volonterio, che da ultimo uomo è bravissima a fermare ogni tentativo di attacco di WendySoccer e permettendo alle compagne di ripartire veloci. Le sensazioni iniziali si concretizzano dopo 5 minuti, quando Vanessa Boff sblocca il risultato e porta in vantaggio Leccomilano. WendySoccer subisce il contraccolpo e dopo appena due minuti subiscono il raddoppio di Silvia De Stefano. Questo 1,2 rischierebbe di mettere KO qualunque squadra, ma non WendySoccer: la squadra in maglia arancione si rialza appena due minuti più tardi grazie alla bomber Maria Eugenia Gianola, che dopo tante lotte con Volonterio, riesce a vincere e segnare il gol che accorcia le distanze. Ora è Leccomilano a subire il contraccolpo, mentre WendySoccer riesce a mettere a posto le posizioni delle proprie giocatrici: da sottolineare la prestazione difensiva di Miriam di Venosa, bravissima a fermare le avversarie nell’ uno contro uno e ad impostare le azioni offensive della propria squadra. Proprio da una sua chiusura, al 12° minuto nasce l’azione che porta la gara in pareggio: ancora una volta è Gianola a concretizzare e firmare la sua doppietta personale. Il match è in equilibrio anche sul campo, oltre che per il risultato. Le squadra si affrontano a viso aperto,
sfruttando spesso anche il fisico, con interventi al limite del regolamento. La partita è piacevole e dalle panchine non fanno mancare il supporto alle compagne. Il gol del vantaggio potrebbe avvenire in qualunque momento e in qualunque porta e infatti al 17° si concretizza ed è ancora All Stars Leccomilano a portarsi in vantaggio, questa volta con Roberta Tortorelli, brava ad inserirsi centralmente e concludere in rete. Ancora una volta WendySoccer si ritrova a dover rincorrere, anche se per pochissimo. Passa appunto un solo minuto e il match torna in pareggio: questa volta è Valeria Giosa, brava a sfruttare un errore d’impostazione di Leccomilano e a depositare in rete. Tutto questo nel primo tempo: scusate se è poco. Se il secondo tempo dovesse essere bello anche solo la metà del primo, questa partita sarà uno spettacolo per gli amanti di questo sport. Restate comodi, perché così sarà.

Il secondo tempo comincia con le due squadre preoccupate più a non prendere il gol, piuttosto che provare a farne. Questo non significa noia, anzi. Probabilmente è Leccomilano a provarci maggiormente, ma non ha fatto i conti con Marzia Puricelli, estremo difensore avversario che compie veri e propri miracoli per impedirgli di segnare. WendySoccer è sorniona, attende il momento giusto per colpire: lo fa al 27° minuto e con chi? Ovviamente Gianola! Sesta rete stagionale in 2 partite: non ci sono parole! Per la prima volta in questo match, WendySoccer si ritrova in vantaggio, anzi due minuti dopo trova anche la rete che porta la gara sul 5-3, grazie alla doppietta di Valeria Giosa. Dopo essere stata in vantaggio per due volte, ora Leccomilano è obbligata a rincorrere. La partita diventa una battaglia con tanti scontri e un giallo per squadra. La partita sembra indirizzata a
concludersi così, ma mai parlare quando ci sono in campo due squadre come queste. Leccomilano negli ultimi minuti sfrutta il portiere di movimento per poter essere più pericolosa. WendySoccer è costretta ad arretrare e schiacciarsi nella sua metà campo per difendere il risultato. Ad un minuto dalla fine Leccomilano accorcia le distanze: 5-4 grazie a Elena Curioni. La squadra in maglia gialla ora ci crede, non può mollare ora. Può succedere di tutto e alla fine Gaia Tombolini trova il pareggio: 5-5 e triplice fischio dell’arbitro.

È successo di tutto in questa partita e gli spettatori presenti non possono fare altro che ringraziare queste squadre per averli fatti entusiasmare per 40 minuti di gioco. Quindi concludo così: GRAZIE RAGAZZE!

NEVER GIVE UP | 2 - 3 | PROSECCO

PROSECCO DI RIMONTA! NEVER GIVE UP SI ARRENDE...

Entrambe le squadre arrivavano a questo match con la voglia di ottenere i primi 3 punti del campionato, avendo perso la prima giornata. Questa partita era un ottimo modo per ripartire e per far capire alle squadre avversarie di essere ancora presenti in questo primaverile. Il match comincia, e pronti via passati 5 minuti la gara sembra già indirizzata: la doppietta di Sara Miano porta in doppio vantaggio la squadra Never Give Up. Due colpi che manderebbero al tappeto qualunque pugile professionistico, ma non Prosecco. La squadra granata, infatti, si rimette a posto e fin da subito tenta di trovare il gol che permetta di tentare la rimonta. Difficile, però, perché sulla sua strada trova spesso una diga formata da Annalisa Amatulli, in difesa, e da Mayara Figueredo, tra i pali. Nonostante queste difficoltà, Prosecco non ha nessuna intenzione di arrendersi e questa tenacia viene ripagata perché al 15’ minuto Giorgia Brasca trova la rete che accorcia le distanze e regala a Prosecco un’ulteriore carica per cercare di rimettere la gara sui binari giusti. Questo era proprio quello che serviva per cominciare la rimonta, che si conclude 5 minuti più tardi, allo scadere del primo tempo, grazie al gol di Irene Praba: tutto da rifare dunque per Never Give Up, che spreca il doppio vantaggio trovato nella parte iniziale del primo tempo.

Il secondo tempo comincia sulla falsariga di come si era concluso il primo, con Prosecco che tenta di ultimare la rimonta, provando a portarsi in vantaggio. Never Give Up sembra aver subito il contraccolpo, facendo fatica a far partire le azioni dal basso e creare occasioni da rete. Passano altri 5 minuti dall’inizio del tempo e Prosecco riesce a trovare il terzo gol con Fabiana Brighenti, che dopo una serpentina riesce a battere a rete, complice anche una deviazione. Incredibile, partita ribaltata! Never Give Up non ci sta e negli ultimi 10 minuti di gara tenta in tutti i modi di trovare almeno il pareggio e di conseguenza il primo punto del campionato. Questa volta, però, è Valeria Comparoni che tra i pali respinge ogni tentativo della squadra blu notte. Termina così la partita, con Prosecco che festeggia e Never Give Up che avrà sicuramente da pensare a come si potesse gestire meglio il doppio vantaggio trovato in avvio di gara: sicuramente potranno fare tesoro di questa partita per cercare di ottenere i 3 punti nella prossima giornata.

POP FEMINIST | 2 - 5 | MANCHESTER CINY

CINY SCHIACCIASASSI, MA CHE ENTUSIASMO POPFEMINIST!

La partita di ieri sera vedeva affrontarsi PopFeminist contro Manchester Ciny. Le prime arrivavano da una sconfitta nella prima giornata contro Non Filtrate. Situazione opposta per quanto riguarda il Manchester Ciny che nella giornata precedente aveva sconfitto con un sonoro 7-2 Never Give Up. La partita comincia e la squadra fuori casa comincia subito ad attaccare, cercando di schiacciare PopFeminist. Quest’ultima, però, riesce a difendere bene lo 0-0 e quando non arriva la difesa, arriva Sonia Messina, portiere che paura non ne ha, come canta la sua panchina ad ogni suo miracolo. Per il Manchester Ciny il segnale è chiaro ed arriva da Di Carlo Giulia, che sostituita alla metà del primo tempo dichiara “Ci manca solo il gol”. Detto fatto: i cambi si dimostrano subito efficaci ed è proprio con l’ingresso di Silvia Salzillo che arriva la rete del vantaggio al 13’ minuto del primo tempo. Questo gol sblocca il match e 4 minuti dopo è ancora la bomber Salzillo che segna dopo una bella ripartenza.

Il primo tempo termina col risultato di 2-0: la squadra Popfeminist, nonostante la grande carica della panchina, fatica a ripartire, complice anche la buonissima prestazione della squadra avversaria. Prestazione che non diminuisce di intensità nel secondo tempo: infatti pronti e via trovano subito il terzo gol con Ambra Viganò che sfrutta una disattenzione della difesa avversaria e punisce. La partita è ormai in discesa per le Cinizens che nei 2 minuti successivi trova subito il quarto e quinto gol, firmati rispettivamente da Clarissa Battistini e Arianna Astrid Cazzaniga. Con la partita sul 5-0 le PopFeminist provano con le ripartenze a segnare almeno il gol della bandiera. Ad ogni attacco, la panchina spinge le compagne con gran voce e entusiasmo: poco importa del risultato! Questo entusiasmo viene premiato a pochi minuti dal termine grazie al gol del capitano Carolina Minghetti che trova il gol della bandiera che permette alla squadra di scoppiare in una grande esultanza. E non è finita qui perché un minuto dopo allo scadere del match è ancora il Capitano della squadra PopFeminist a trovare la doppietta personale e far esplodere nuovamente le compagne.

La partita si conclude con la vittoria per 5-2 del Manchester Ciny, prima in classifica in attesa della sfida tra tra Squadra e Non Filtrate. Seconda sconfitta per le PopFeminist, che però con questo entusiasmo potrà togliersi qualche soddisfazione, anche se è difficile immaginare cosa potranno fare in caso di vittoria.